Grafica: giornalismo visivo

Elisa Bonfadini

Tagged: , , , , , , , , , , , ,

copj133Ogni prodotto editoriale possiede di base la volontà di comunicare idee e storie al lettore, organizzando al suo interno immagini e parole. Professione: grafico editoriale ( Logos, 2009) spiega ed evidenzia lo studio che da origine ad ogni pubblicazione di tipo cartaceo,  la struttura attraverso la quale una data storia viene letta ed interpretata.

Definibile anche come “giornalismo visivo”, la  grafica editoriale, si differenzia da tutte le altre in quanto è in grado di non promuovere un singolo punto di vista o un unico prodotto. Una pubblicazione di tipo cartaceo può intrattenere, comunicare, educare o essere in grado di unire tutti questi aspetti. E’ un’ insieme di testi e di immagini, ma può essere costituita anche da uno solo di questi elementi, contenere opinioni contrastanti, sebbene provengano da un’ unica scuola di pensiero. Ruoli che devono coesistere e cooperare, al fine di fornire un prodotto piacevole, utile, informativo e di successo. E’ uno stimolante laboratorio di ricerca in continua evoluzione, spesso sfruttato in altre aree della comunicazione, che possiede un compito ancora maggiore: essere una vivida istantanea culturale dell’epoca nella quale viene prodotta.

/ 101 Articles

Elisa Bonfadini

Comments Closed

Comments for this post are now closed.